E-BIKE PROTAGONISTE AD EICMA E IN ITALIA

Con EICMA 2018, la rassegna internazionale più importante del mondo delle due ruote, si sono concluse le presentazioni delle novità 2019 nel mondo e-bike. Visto il periodo è anche il momento per valutare, attraverso i numeri, come è andato questo 2018 in termini di crescita e sviluppo del mercato. Questa 76° Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori ha visto partecipare oltre 60 brand che hanno messo in mostra le ultime novità nel mondo della bicicletta a pedalata assistita.

Il mercato italiano conferma l’andamento positivo registrando anche quest’anno una forte crescita. L’incremento in termini di immatricolazioni nei primi dieci mesi del 2018 fa segnare infatti un +6% sul 2017. Ottimo è anche il dato di crescita riguardante l’import di bici a pedalata assistita (+21% rispetto al 2016). Ma è la produzione italiana di e-bike che conferma una tendenza in atto: nel 2017 si è arrivati a 35mila veicoli, rispetto ai 23.600 del 2016, con un rialzo del 48%. Secondo i dati di Confindustria ANCMA anche le esportazioni di e-bike sono positive: si è passati, infatti, da 8mila unità nel 2016 a 19mila nel 2017.

E-bike protagoniste ad Eicma e anno dopo anno con un ruolo sempre maggiore sotto i riflettori del salone della moto e degli scooter di Milano; lo dimostra anche la superficie a loro dedicata che negli ultimi 3 anni è sempre andata in crescendo.

La mobilità elettrica è il futuro e funziona, ed anche i grandi dei motori “a scoppio” si avvicinano a questo settore. Polini, storico marchio italiano presenta un’importante novità: il motore elettrico E-P3 dual battery per un totale di 1.000 Wh che garantisce un’autonomia di oltre 400 chilometri.

Allo stesso tempo si ampliano anche i mercati ed il mondo delle e-bike sta iniziando a coinvolgere anche il settore commerciale oltre a quello privato. Infatti, Bosch porta a Eicma 2018 due soluzioni: la e-cargo con velocità fino a 25 km/h e la e-cargo tricycle con velocità fino a 45 km/h.

Dal 2009 Bosch eBike System ha sviluppato sistemi di propulsione e pacchetti batterie (da 300, 400 e 500 watt e DualBattery da 1.000 watt) per telaio o portapacchi e la PowerTube da 500 watt da integrare al telaio mentre il reparto ricerca e sviluppo ha realizzato il sistema antibloccaggio delle ruote (ABS) per le eBike e il limitatore di sollevamento della ruota posteriore.


Ma quali saranno i modelli di bici elettriche che troveremo nel 2019?

Sul mercato sono presenti due categorie di biciclette elettriche: le pedelec, che hanno un motore con potenza nominale continua di 250 watt e una velocità massima di 25 km/h, e le S-pedelec (Speed-Pedelec) con un propulsore elettrico con potenza massima di 500 watt e una velocità che raggiunge i 45 km/h (inquadrate come ciclomotori, richiedono un’omologazione specifica). Per quanto riguarda i modelli, ormai per ogni tipologia di bici muscolare esiste il suo corrispettivo elettrico: trekking, road bike, mountain-bike front e full suspended e persino pieghevoli e fat, insomma ad ognuno la sua e-bike!

Pubblicato il 14 Dicembre 2018 in News

Share the Story

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top